Normativa Sanitaria

Linee Guida

Regolamento 1223/2009 

Direttiva 76/768/CE 

Legge 11 ottobre 1986, n. 713 

Decreto Legislativo 10 Settembre 1991, n. 300 

Decreto Legislativo 24 aprile 1997, n. 126 

Decreto Legislativo 15 Febbraio 2005, n. 50 

….. 

 

 

 

Art 2-bis, L 713/86

 

 

Fatti salvi gli obblighi generali ai sensi dell’articolo 7 è vietata:

 

a) l'immissione sul mercato dei prodotti cosmetici la cui formulazione finale sia stata oggetto, allo scopo di conformarsi alle disposizioni della presente legge, di una sperimentazione animale con un metodo diverso da un metodo alternativo dopo che un tale metodo alternativo sia stato convalidato e adottato a livello comunitario, tenendo debitamente conto dello sviluppo della convalida in seno all'OCSE; 

b) l’immissione sul mercato dei prodotti cosmetici contenenti ingredienti o combinazioni di ingredienti che siano stati oggetto, allo scopo di conformarsi alle disposizioni della presente legge, di una sperimentazione animale con un metodo diverso da un metodo alternativo dopo che un tale metodo alternativo sia stato convalidato e adottato a livello comunitario, tenendo debitamente conto dello sviluppo della convalida in seno all'OCSE; 

c) la realizzazione di sperimentazioni animali relative a prodotti cosmetici finiti, allo scopo di conformarsi alle disposizioni della presente legge; 

d) la realizzazione, di sperimentazioni animali relative a ingredienti o combinazioni di ingredienti, allo scopo di conformarsi alle disposizioni della presente legge, dalla data, stabilita conformemente al comma 2, in cui dette sperimentazioni vanno sostituite da uno o più metodi alternativi convalidati che figurano nell'allegato V del decreto legislativo 3 febbraio 1997, n. 52, concernente classificazione, imballaggio ed etichettatura delle sostanze pericolose o nell’allegato VIII della presente legge…… 

 

 

 

ART. 2-ter, L 713/86

 

1. E’ vietato l’utilizzo nei prodotti cosmetici, di sostanze classificate come cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione, categoria 1, 2 o 3, ai sensi dell’allegato I del decreto legislativo 3 febbraio 1997, n. 52. Una sostanza classificata nella categoria 3, può essere utilizzata nei cosmetici 

se è stata sottoposta alla valutazione del Comitato scientifico per i prodotti cosmetici e non alimentari (SCCNFP) e dichiarata accettabile per l’utilizzo nei prodotti cosmetici.  

2. Chi viola le disposizioni del comma 1 soggiace alle sanzioni previste dall’articolo 7, comma 5…..